Eutanasia e suicidio assistito dal medico: il punto di vista di una Task Force sull’etica dell’EAPC

Materstvedt, L.J., Clark, D. , Ellershaw, J., Førde, R., Gravgaard, A.-M., Müller-Busch, H.C., Porta i Sales, J. and Rapin, C.-H. (2004) Eutanasia e suicidio assistito dal medico: il punto di vista di una Task Force sull’etica dell’EAPC. Rivista Italiana di Cure Palliative, 6(1), pp. 42-46.

Materstvedt, L.J., Clark, D. , Ellershaw, J., Førde, R., Gravgaard, A.-M., Müller-Busch, H.C., Porta i Sales, J. and Rapin, C.-H. (2004) Eutanasia e suicidio assistito dal medico: il punto di vista di una Task Force sull’etica dell’EAPC. Rivista Italiana di Cure Palliative, 6(1), pp. 42-46.

Full text not currently available from Enlighten.

Abstract

Nel 1991 un dibattito sull’eutanasia al Parlamento europeo stimolò in Europa la discussione a tutti i livelli. Successivamente, il consiglio direttivo dell’Associazione europea per le cure palliative (EAPC) organizzò un gruppo di lavoro con due esperti per farsi aiutare a chiarire la posizione che l’EAPC avrebbe dovuto adottare sull’eutanasia. Gli esperti collaborarono con il Consiglio direttivo alla stesura di un documento e nel 1994 l’EAPC rilasciò una prima presa di posizione, Riguardo l’eutanasia (Regarding Euthanasia), pubblicata sulla rivista ufficiale dell’EAPC – lo European Journal of Palliative Care<sup>(1)</sup>. Nel febbraio del 2001, il Consiglio direttivo dell’EAPC invitò un gruppo di esperti a costituire una Task Force sull’etica per rivedere l’argomento e, di conseguenza, fornire un’opinione fondata all’organizzazione. Negli anni seguenti vi sono state rilevanti novità e sono stati conseguiti importanti risultati nel campo delle cure palliative, così come è cresciuta la discussione, in parte controversa, su eutanasia e suicidio assistito dal medico. In alcuni paesi sono anche state promulgate nuove leggi. E’ importante che l’EAPC partecipi ai dibattiti pubblici su questi temi, soprattutto ora che le politiche e le leggi europee stanno diventando sempre più parte della vita moderna. Questo richiede una discussione attenta e continua. Non si tratta di un compito facile poiché eutanasia e suicidio assistito dal medico sono oggi due delle questioni etiche più impegnative in campo sanitario. Questo articolo nasce dal dibattito attuale e presenta una tesi dalla prospettiva delle cure palliative. Si può osservare che la maggior parte dei pazienti che ricevono cure palliative sono malati di cancro. In Europa, purtroppo, solo una piccola minoranza di malati terminali di cancro ha accesso a servizi specializzati di cure palliative. Nel contempo, va sottolineato che circa l’86% dei pazienti che muoiono per eutanasia o per suicidio assistito dal medico in Olanda è malato di cancro<sup>(2)</sup>.

Item Type:Articles
Status:Published
Refereed:Yes
Glasgow Author(s) Enlighten ID:Clark, Professor David
Authors: Materstvedt, L.J., Clark, D., Ellershaw, J., Førde, R., Gravgaard, A.-M., Müller-Busch, H.C., Porta i Sales, J., and Rapin, C.-H.
College/School:College of Social Sciences > School of Interdisciplinary Studies
Journal Name:Rivista Italiana di Cure Palliative
Publisher:Societa Italiana di Cure Palliative

University Staff: Request a correction | Enlighten Editors: Update this record